Ben.Dormire – Per un Sonno Fisiologico Naturale

19,50 

Disponibilità: Disponibile

Per un sonno fisiologico naturale, prolungato e senza effetti collaterali al risveglio.

L’integratore alimentare Ben.Dormire contiene quattro componenti fondamentali (gli estratti secchi di tre piante: Escolzia, Valeriana e Biancospino) oltre alla Melatonina, i cui principi attivi, operando in modo sinergico, inducono gli effetti desiderati cioè un sonno fisiologico naturale, prolungato e senza effetti collaterali al risveglio. Inoltre la Melatonina contribuisce ad alleviare gli effetti del jet lag*. Con Escolzia, Valeriana, Biancospino, Melatonina.

Non dà assuefazione

Descrizione

 

La natura ci mette a disposizione una vasta scelta di piante con proprietà rilassanti, che inducono il sonno e che aiutano a mantenerlo.

L’integratore alimentare BEN.DORMIRE  contiene quattro componenti fondamentali (gli estratti secchi di tre piante: Escolzia, Valeriana e Biancospino) oltre alla Melatonina, i cui principi attivi, operando in modo sinergico, inducono gli effetti desiderati cioè un sonno fisiologico naturale, prolungato e senza effetti collaterali al risveglio. Inoltre la Melatonina contribuisce ad alleviare gli effetti del jet lag*.

BEN.DORMIRE  è efficace nell’insonnia, nei disturbi del sonno e della sua qualità, nel risveglio precoce, nei disturbi dovuti al Jet lag.

BEN.DORMIRE non altera la qualità del sonno e favorisce e rispetta la fase REM.

BEN.DORMIRE non lascia strascichi al risveglio né  sonnolenza diurna.

Con Escolzia, Valeriana, Biancospino, Melatonina.

BEN.DORMIRE non da assuefazione.

 

Componenti

 

Componenti – Escolzia, Valeriana, Biancospino, Melatonina

ESCOLZIA – L’Escolzia (Eschscholtzia californica) appartiene alla famiglia delle  Papaveracee senza che, peraltro, l’assunzione dei suoi principi attivi provochi dipendenza. Contiene una serie di alcaloidi particolarmente attivi sul sistema nervoso centrale (SNC) quali la Berberina che possiede un’attività sedativa; la Protopina antispasmodica, rilassante (e anche antibatterica); la Criptopina e la Chelidonina che ha azione antidolorifica e antispastica sulla muscolatura liscia dell’intestino e degli organi annessi (colecisti…). L’Escolzia, a bassi dosaggi, ha effetto ansiolitico; qualora venga assunta a fine giornata può influenzare positivamente la qualità del sonno in persone particolarmente stressate. A dosi più elevate si beneficerà del suo effetto sedativo per ridurre il tempo di addormentamento. Una sua caratteristica specifica (in questo particolarmente si distingue da altre piante sedative) è la lunga durata d’azione: agisce per buona parte della notte garantendo un sonno prolungato.

VALERIANA – La Valeriana (Valeriana officinalis L.) è una pianta della famiglia delle Valerianacee ampiamente utilizzata per il trattamento degli stati ansiosi e dei disturbi del sonno. La parte attiva della pianta è la radice, dal caratteristico odore sgradevole.

Contiene una serie di terpeni (Mono- e Sesquiterpeni) nonché composti iridoidi e lignani. Le proprietà ansiolitiche e sedative della radice di valeriana sono dovute all’insieme dei suoi costituenti e, in particolare, agli Acidi valerenici (Sesquiterpeni). Questi composti agiscono sul controllo GABAergico principalmente attraverso l’inibizione della degradazione e della ricaptazione presinaptica del GABA e la promozione della sintesi grazie all’attivazione dell’enzima glutammato decarbossilasi.  Poiché il GABA è un neurotrasmettitore inibitorio, attraverso l’attivazione delle sinapsi GABAergiche si deprime l’attività del SNC con effetto rilassante e ansiolitico. Non a caso, molti farmaci ad azione calmante, miorilassante, anticonvulsivante e ipnotica sono agonisti recettoriali del GABA. Per la presenza di questi principi attivi, la valeriana possiede proprietà sedative, rilassanti e ipnoinducenti e la sua somministrazione può aiutare nel tempo a ridurre i sintomi legati all’ansia e all’agitazione e favorire l’insorgenza e la durata del sonno.

BIANCOSPINO – Il Biancospino (Crataegus oxyacantha) è una pianta perenne della famiglia delle Rosaceae i cui componenti hanno interessanti attività biologiche e/o farmacologiche. Le foglie e i fiori del biancospino contengono una miscela di flavonoidi, triterpeni (Acido ursolico, crategolico, oleanolico), Amine (fenetilanina, tiratina, colina, acetilcolina), Acidi fenolici, Catechine, Purine, e tracce di olii essenziali. Questi principi attivi conferiscono alla pianta una spiccata attività cardioprotettiva poiché inducono la dilatazione delle coronarie migliorando l’irrorazione del miocardio. Inoltre i suoi principi attivi svolgono anche un’azione sedativa e ansiolitica, particolarmente utile in soggetti ansiosi che hanno difficoltà a prendere sonno.

MELATONINA – La Melatonina è una sostanza prodotta dalla ghiandola pineale o epifisi, una piccola ghiandola endocrina presente nel cervello dei vertebrati che svolge un ruolo essenziale nella fisiologia del sonno e nella regolazione del ciclo sonno-veglia. La produzione e il rilascio di questo ormone dipendono dalle condizioni di esposizione alla luce, con un aumento al buio, durante la notte, e una diminuzione nelle ore di luce, durante il giorno. La produzione di melatonina diminuisce con l’aumentare dell’età e i ridotti livelli dell’ormone rilasciati durante la notte possono contribuire al problema dell’insonnia e del risveglio precoce, spesso osservati negli anziani. La produzione di melatonina ha un andamento stagionale, con periodi di produzione più brevi in estate e più prolungati in inverno. La presenza di una fonte di luce durante la notte può bloccare la produzione della melatonina e può causare disturbi del sonno. La melatonina si trova in natura anche in alcuni alimenti quali banane, arance, ananas, olio extravergine di oliva e riso. Avendo una struttura chimica relativamente semplice viene facilmente sintetizzata in laboratorio.

Le indicazioni per l’assunzione di melatonina sono legate ai disturbi del sonno e dei ritmi circadiani: solitamente riduce il tempo necessario per addormentarsi e migliora la qualità del sonno. La melatonina può migliorare la sintomatologia tipica del jet lag (disturbi del sonno e dell’attenzione causati dalla variazione di fuso orario) così come la difficoltà a mantenere vigile l’attenzione. Se presa nelle dosi previste per gli integratori alimentari (un grammo/die) non presenta alcun tipo di effetto collaterale.

Indicazioni e Posologia

 

Indicazioni:  Insonnia, disturbi del sonno, risveglio precoce

Posologia – Si consiglia di deglutire una compressa con un sorso d’acqua, 15-20 minuti prima di coricarsi.

Posologia – * Per alleviare gli effetti del jet lag: l’effetto benefico si ottiene con l’assunzione, prima di coricarsi di un minimo di 0,5mg il primo giorno di viaggio e per alcuni giorni dopo l’arrivo a destinazione.

Avvertenze:  Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini di età inferiore ai 3 anni. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Per l’uso del prodotto in gravidanza, allattamento e nei bambini si consiglia di sentire il parere del medico

 

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Ben.Dormire – Per un Sonno Fisiologico Naturale”